Spunti ..

Non so come dirti di star tranquilla
Che ci prenderemo le nostre vittorie
E poi ti racconto della mia famiglia
Che m’ha solo messo bastoni tra le ruote
Ho buttato all’aria milioni di parole
Per non diventare come m’han detto
Ho riscritto la mia storia in grassetto
Per non mi perdere dentro il corretto
Se guardo un film, poi mi ci rivedo
Faccio sogni strani ma non gli credo
Ho perso la chiave del cassetto pieno
Ma tu rimani finché sarò sereno
Ho rotto la mano contro questa parete
Il tuo dito scorre su ogni cicatrice
Ho la faccia rovinata da queste vicende
Che poi a pensarci diventano belle
Viviamo il presente non voglio programmi
Perché sono il migliore a rovinarli

Non prendiamoci troppo sul serio

È un consiglio che mi sento di dare, non prendiamoci troppo sul serio perché a rendere seria la vita ci pensano già gli altri: i potenti, i politici, gli istituzionari, gli arroganti, gli ignoranti, i superficiali. Abbiamo un tempo limitato da sfruttare al meglio, ognuno come meglio desidera, ma va sfruttato, non lasciato andare.

Amiamo, divertiamoci, corriamo, inciampiamo e rialziamoci, cantiamo, urliamo, balliamo, lavoriamo, licenziamoci, possiamo fare tutto quello che vogliamo nella nostra vita, ma facciamolo. ” Lo stolto, il ricco, il povero e l’intelligente avranno la medesima fine, cambierà soltanto il percorso che porterà ad essa”.

Siamo solo delle lettere in mezzo a un immenso libro di cui conosciamo soltanto poche pagine. Cerchiamo di rendere rotondo ogni spigolo della nostra vita, perché solo così moriremo in pace, smussiamo i dubbi e le titubanze, perché solo così proveremo gioia. Queste parole dette da un paranoico sono piccoli spunti di riflessione, io per esempio vi consiglio di non prendere esempio da me.